ODONTOIATRIA ESTETICA

L’ odontoiatria estetica si occupa di estetica dentale, sia dei settori anteriori, che di quelli posteriori.

L’armonia del sorriso è il concetto che meglio esprime l’estetica dei denti, e non coinvolge solo i denti in senso stretto (forma e colore), ma anche la conformazione dei tessuti molli (gengive), e la posizione degli elementi.

Quello che rende bello e armonico un sorriso è spesso la combinazione di tutti questi fattori, anche in relazione alle altre caratteristiche del viso. Non è detto che un sorriso «imperfetto» sia necessariamente da cambiare, magari bastano poche e semplici procedure per migliorarlo, individuando su quali fattori lavorare.

SBIANCAMENTO DENTALE

Lo sbiancamento dentale è una procedura che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli più bianchi.

Per ottenere questo effetto si utilizzano prodotti che contengono principalmente perossido di idrogeno e perossido di carbammide. I due principi attivi sono impiegati in varie concentrazioni a seconda della tecnica che si intende utilizzare e delle esigenze del paziente.

L’ effetto dello sbiancamento è determinato dalla liberazione di ossigeno da parte del perossido di idrogeno o di carbammide nel momento in cui viene posto a contatto con i denti. Queste molecole di ossigeno vanno a disgregare i pigmenti responsabili della discromia, rendendoli non più visibili. Lo sbiancamento dentale agisce solo sui denti naturali, pertanto non è efficace su parti protesiche, otturazioni o qualsiasi altro materiale da restauro presente nel cavo orale.

FACCETTE DENTALI

Le faccette sono sottili gusci di ceramica: applicate sulla superficie esterna del dente, per mascherarne le imperfezioni legate al colore, alla forma o alla posizione.

Uno dei grandi vantaggi delle faccette di porcellana rispetto ad altri restauri in porcellana è che la procedura è molto più conservativa, in quanto non viene sacrificata una porzione della superficie del dente. Al massimo, qualora lo si ritenesse opportuno, il dentista potrà fresare dal dente solo lo spessore corrispondente a quello della faccetta, che è davvero molto esiguo. Nella maggior parte dei casi, ciò significa che la riduzione del lato anteriore dente sarà di 0.4-0.8 millimetri, contro i circa 2 mm richiesti su tutta la superficie del dente per una corona. 

*Le immagini sono dei nostri pazienti si riferiscono ai lavori svolti dai nostri professionisti all'interno del nostro ambulatorio.

  • Grey Facebook Icon

© 2017 Raculmet Dental s.r.l. p.iva 02000740858

Dir. San. Dott.ssa Leto Stefania - Iscritta all'Albo degli Odontoiatri N° 281 CL

Privacy

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now